Eitan, si muove Israele: il nonno ai domiciliari. L’ex moglie indagata in Italia

Read More

Tel Aviv – Al quarto giorno in cui il piccolo Eitan si trova in Israele — “rapito” o “salvato” a seconda delle versioni dei due rami familiari che se lo contendono — le autorità giudiziarie cominciano ad attivarsi. Il nonno Shmuel Peleg, che sabato ha sfruttato la visita di routine per condurre il nipotino in Israele, prelevandolo alla custodia della zia paterna Aya Biran, è stato interrogato ieri dalla polizia di Tel Aviv in seguito alla denuncia per sequestro di minore presentata domenica in Israele dal fratello di Aya, Hagai Biran.

Related articles

You may also be interested in

Headline

Never Miss A Story

Get our Weekly recap with the latest news, articles and resources.
Cookie policy

We use our own and third party cookies to allow us to understand how the site is used and to support our marketing campaigns.